KABUL - Gli alpini del battle group 3 rinvengono manufatti esplosivi

KABUL - Gli alpini del battle group 3 rinvengono manufatti esplosivi

KABUL - Durante una normale attività di pattugliamento nel Police District di Paghman, ad ovest di Kabul, una pattuglia di alpini del 7°Reggimento Alpini di Belluno, inquadrati nel Battle Group3 (BG3) unità di manovra del Contingente, ha rinvenuto lo scorso pomeriggio alcuni manufatti esplosivi.


Creata un'adeguata cornice di sicurezza e rastrellata a fondo l'area interessata, sono stati individuati tre razzi RPG in un pozzo a circa 30 kilometri ad ovest di Camp Invicta, sede del Contingente Nazionale.


L'attività di presenza e sorveglianza nel settore di responsabilità italiana è stata condotta in collaborazione con la Kabul City Police (KCP) che, dopo mesi di addestramento con le forze che operano nell'ambito della missione NATO ISAF (International Security Assistance Force) in Afghanistan, sta operando sempre più spesso in modo attivo nelle operazioni di controllo del territorio.

L'intero materiale è stato distrutto sul posto a cura del team EOD (Explosive Ordnance Disposal) del Battle Group 3. Gli specialisti EOD costituiscono uno degli assetti militari più impegnati ed importanti nell'ambito delle Forze Armate, soprattutto quando vengono impiegati in territori, come quello afgano, dove la concentrazione di mine di ogni tipo e di ordigni inesplosi raggiunge livelli elevati.


L'attività del team EOD è condotta con impegno costante al fine di limitare i rischi che i manufatti inesplosi rappresentano per la popolazione locale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Infatti, sono numerosi i civili afgani coinvolti in incidenti causati da tali oggetti disseminati e nascosti su campi, strade e villaggi. Lo scorso 25 gennaio due bambini sono morti ed altri cinque sono rimasti feriti a causa dell'esplosione di una mina mentre giocavano in un campo.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -