"Klotho", il gene anti-invecchiamento contro l'ipertensione

"Klotho", il gene anti-invecchiamento contro l'ipertensione

Ha un nome giapponese il gene che potrebbe salvarci da ipertensione e malattie cardiache: si chiama "Klotho" ed è stato individuato e ribattezzato "gene anti-invecchiamento" nel 1997 da un'équipe di ricercatori del Paese del Sol Levante che osservò che con il progredire degli anni tale gene diviene sempre meno attivo negli esseri umani causando quindi un aumento delle possibilità di contrarre numerosi tipi di malattie.

 

Gli scienziati dell'Oklahoma Health Sciences Center  hanno ora dimostrato tramite esperimenti di laboratorio che "Klotho" può essere impiegato con successo nell'abbassamento del livello di pressione arteriosa, una delle cause più frequenti di aneurisma arteriosi, infarti, ictus e malattie cardiovascolari in genere, oltre che insufficienza renale.

 

Nello studio pubblicato sulla rivista "Hypertension: Journal of the American Heart Association" il gruppo di ricercatori con a capo Zhongjie Sun hanno illustrato infatti su modelli da laboratorio come "Klotho" possa essere utilizzato per tenere sotto controllo la pressione sanguigna e ridurre o addirittura far retrocedere i danni renali.

 

Dalle ricerche condotte da Zhongjie Sun e dalla sua équipe risulta infatti che una sola iniezione del "gene anti-invecchiamento" riduce l'ipertensione per un periodo di tempo pari ad almeno 12 settimane. La "Food and Drug Administration" ha già dato il via libera all'utilizzo della sintesi del gene, obiettivo imminente dei ricercatori, che auspicano di  riuscire addirittura a ricavare da "Klotho" una proteina idrosolubile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -