Kosovo, attaccate le forze Onu. La Nato: ''Regiremo con fermezza''

Kosovo, attaccate le forze Onu. La Nato: ''Regiremo con fermezza''

Tornano le violenze in Kosovo, dove oggi alcuni manifestanti hanno attaccato le forze di polizia dell’Onu. Gli agenti delle Nazioni Unite sono stati costretti a ritirarsi poiché sopraffatti dalla violenza dei manifestanti della comunità serba, contrari all’indipendenza del Kosovo proclamata nelle settimane scorse contro il parere della Serbia e della Russia. Gli scontri sono scoppiati dopo un blitz dell’Onu nel tribunale dell'Onu di Mitrovica, occupato dai manifestanti.


La Nato riprende il controllo di Mitrovica. La forza internazionale della Nato in Kosovo, Kfor, ha assunto il controllo della parte settentrionale di Kosovska Mitrovica, teatro di violenti disordini oggi che si sono conclusi con il ferimento di 70-80 serbi e di decine di agenti di polizia delle Nazioni Unite e di soldati delle forze internazionali, tra cui 22 agenti polacchi ed 8 militari francesi. Diversi mezzi dell'Onu e della Kfor sono rimasti danneggiati o sono stati dati alle fiamme.

La Nato: “risponderemo con fermezza”. La Nato "rispondera' con fermezza" alle violenze, "nel rispetto del mandato Onu che le e' stato assegnato". E' quanto ha affermato il portavoce dell'Alleanza, James Appathurai, in risposta all'attacco a colpi di arma da fuoco, questa mattina a Mitrovica, che hanno provocato il ferimento di tre poliziotti Onu e due militari della Kfor, la missione militare internazionale guidata dalla Nato.

La preoccupazione di Bruxelles. La Commissione europea si e' detta "molto preoccupata" per l'escalation delle violenze a Mitrovica, citta' etnicamente divisa nel nord del Kosovo, dove stamani colpi di armi automatiche sono stati esplosi contro truppe Nato della Kfor. Lo ha detto Amadeu Altafaj Tardiu, uno dei portavoce della Commissione europea a Bruxelles. "Siamo molto preoccupati per la situazione a Mitrovica, deploriamo gli attacchi contro l'Unmik e la Kfor e sosteniamo pienamente il lavoro di queste due missioni", ha affermato Altafaj Tardiu riferendo che l'esecutivo Ue segue da "molto vicino l'evolversi della situazione" gia' dallo scorso venerdi'.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

D’Alema esorta Belgrado. Il Vice Presidente del Consiglio e Ministro degli Esteri, Massimo D'Alema, ha ricevuto stamattina l'incaricato d'affari della Serbia invitando le autorita' di Belgrado ad esercitare la loro influenza affinche' i serbo-kosovari agiscano "responsabilmente e pacificamente", rende noto un comunicato della Farnesina.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -