Kosovo indipendente: Serbia e Russia contro l'Occidente

Kosovo indipendente: Serbia e Russia contro l'Occidente

Il Kosovo è uno stato indipendente. La proclamazione è arrivata domenica pomeriggio dal parlamento di Pristina, capitale della regione balcanica, nonostante la contrarietà della Serbia e della Russia, alleate contro l’Occidente che invece ha promosso con forza l’indipendenza kosovara. Nella capitale i festeggiamenti per l’indipendenza sono proseguiti per tutta la notte; ma intanto la Serbia, con l’appoggio di Putin, fa sapere che non accetterà mai l’indipendenza.


“ORGOGLIO E LIBERTA’” - Il Kosovo da oggi "e' uno Stato orgoglioso, indipendente e libero": lo ha detto il premier Hashim Thaci, parlando alla riunione straordinaria del Parlamento di Pristina, che "ha in agenda due temi: la dichiarazione d'indipendenza del Kosovo e l'adozione dei simboli dello Stato". Da oggi "siamo fra le nazioni democratiche libere", ha aggiunto Thaci.


Nel Kosovo indipendente che nasce oggi "non ci sara' spazio per la paura, le intimidazioni e le discriminazioni", ha aggiunto il premier kosovaro Hashim Thaci, intervenuto dinanzi al Parlamento riunito in seduta speciale per la proclamazione dello stato d'indipendenza, affermando che nel nuovo stato "ci saranno pari opportunita' per tutti i cittadini". Il Kosovo sara' lo Stato della "tolleranza, del progresso e della solidarieta'".


BUSH - Dalla Tanzania, George Bush torna a benedire l'indipendenza del Kosovo nel giorno in cui Pristina si accinge a dichiararla. E, ribadendo l'impegno di Washington a lavorare per impedire violenze, si dice 'incoraggiato" dalla promessa della leadership kosovara a rispettare le minoranze.


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -