Kosovo, l'Ue e l'Italia riconoscono l'indipendenza

Kosovo, l'Ue e l'Italia riconoscono l'indipendenza

L’Italia si dichiara pronta a riconoscere l’indipendenza del Kosovo. Lo ha comunicato il ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, allineandosi con la posizione di altri quattordici stati dell’Unione europea all’indomani della dichiarazione unilaterale di indipendenza dalla Serbia. "L'Italia riconoscerà l'indipendenza del Kosovo", ha annunciato D'Alema da Bruxelles, precisando che lo farà "nella particolare forma di Paese indipendente sotto supervisione internazionale".


Tra gli Stati della Ue schieratisi a favore dell’indipenza ci sono la Francia, la Germania e la Gran Bretagna, ma non c’è la Spagna. “Il governo spagnolo ha sempre difeso il rispetto della legalità internazionale - ha affermato il ministro degli Esteri Miguel Angel Moratinos - Lo abbiamo difeso quando abbiamo deciso di ritirare le truppe dall'Iraq e lo difendiamo adesso che si tratta della secessione di uno Stato''.


Fuori dal ‘vecchio continente’, preoccupazione viene espressa dalla Cina. “L'atto unilaterale - ha detto Liu Jianchao, portavoce del ministero degli Esteri cinese - potrà produrre una serie di effetti che avranno una grave influenza negativa sulla pace e la stabilità nella regione dei Balcani e sulla costruzione di una società multietnica nel Kosovo".


Esulta Bush - "I kosovari ora sono indipendenti". George Bush riconosce cosi' il passo compiuto ieri da Pristina, in un'intervista rilasciata alla Nbc durante la sua visita in Tanzania in cui non esita a rivendicare il fatto che questa indipendenza sia "qualcosa che io avevo chiesto insieme al mio governo".

La condanna del parlamento russo - Il Parlamento russo condanna la dichiarazione di indipendenza del Kosovo. Un atto che, si legge in una dichiarazione congiunta fra Duma di Stato e Consiglio della Federazione, ''viola uno dei principi cardine del diritto internazionale, la non violazione dell'integrita' territoriale di uno stato''. Il Parlamento russo, rende noto l'Agenzia ufficiale Itar-Tass, si rivolgera' alla missione delle Nazioni Unite in Kosovo (Unmik) per chiedere l'annullamento della dichiarazione di indipendenza della provincia.


Prodi: ora saggezza e dialogo - "E' il momento della saggezza e del dialogo". Il presidente del Consiglio dimissionario Romano prodi commenta cosi' la proclamazione di indipendenza da parte del Kosovo, rispondendo ai cronisti a Bologna. "E' una svolta " prosegue Prodi raccontando di aver avuto ieri "una lunga conversazione con il presidente Hashmin Tachi, augurando e chiedendo che sia applicata saggezza, capacita' di comprensione e anche dialogo in questa fase cosi' difficile per la Serbia, ma con una evoluzione che e' inevitabile".

Soddisfazione della Francia - La dichiarazione di indipendenza del Kosovo ''e' un grande successo per l'Europa e per i kosovari ma non e' certamente una sconfitta per i serbi''. Lo ha detto il ministro degli Esteri francese, Bernard Kouchner entrando alla riunione dei capi della diplomazia Ue a Bruxelles. La dichiarazione di indipendenza del Kosovo da Belgrado ''era una decisione molto attesa e penso che le cose stanno andando meglio del previsto'', ha affermato Kouchner negando ogni divisione dei Ventisette su questa questione.

Ferrero: no al riconoscimento - ''L'Italia non dovrebbe riconoscere l'indipendenza autoproclamata del Kosovo e non dovrebbe far parte del primo gruppo di paesi europei che riconoscera' il nuovo Stato''. E' quanto afferma, in una nota, il ministro della Solidarieta' Sociale, Paolo Ferrero, secondo il quale ''la scelta fatta a Pristina, costruita al di fuori del quadro dell'Onu, e' infatti destinata a contribuire ulteriormente alla destabilizzazione dei Balcani, regione le cui popolazioni subiscono da oltre quindici anni gli effetti della guerra. Sulla questione del Kosovo -conclude Ferrero- il problema non e' infatti quello di stare dalla parte di qualcuno o contro qualcun altro ma di avere a cuore le ragioni della pace e della convivenza tra i popoli''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto tratta da Telegraph.co.uk

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -