L'intercettazione di Ruby: ''Ho chiesto a Silvio 5 milioni''

L'intercettazione di Ruby: ''Ho chiesto a Silvio 5 milioni''

L'intercettazione di Ruby: ''Ho chiesto a Silvio 5 milioni''

ROMA - Spuntano le prime indiscrezioni sulle intercettazioni telefoniche di Ruby contenute nelle carte della Procura di Milano che hanno aperto un'inchiesta che vede indagato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, con le accuse di concussione e prostituzione minorile. Secondo quanto riferito da chi ha avuto modo di leggerle, la conversazione telefonica è tra una certa "Ru." ed una certa "Poiana" e ruota anche attorno all'età della ragazza.  

 

"Frequento casa sua da quando ho 16 anni, ma ho sempre negato tutto" per "salvaguardarlo", avrebbe detto Ruby. "Io - avrebbe detto una delle due ragazze - ho negato tutto e ho detto 'no', che sono andata a casa sua, ma lui pensava che fossi maggiorenne, pensava che avessi 24 anni anche perché non li dimostro. Poi, dopo che ha scoperto che ero minorenne mi ha buttato fuori di casa" perché, aggiunge, "io sto cercando di salvaguardare lui, così a me torna in tasca qualcosa...".

 

In un'altra telefonata, Ruby avrebbe detto alla madre di Sergio Corsaro, un parrucchiere ed ex fidanzato della giovane marocchina, di voler uscire dal caso con 5 milioni di euro. "Mi ha detto "cerca di passare per pazza, racconta cazzate"", avrebbe detto ancora Ruby al telefono a Sergio Corsaro. "Lui mi ha chiamato - racconta ancora Ruby - dicendomi "Ruby, ti do quanti soldi vuoi, ti pago, ti metto tutto in oro, ma l'importante è che nascondi tutto. Non dire niente a nessuno"".

 

Secondo la Procura di Milano la telefonata sarebbe avvenuta tra il 26 e il 28 ottobre. In una conversazione la giovane avrebbe sottolineato: "È un caso che supera quello della D'Addario e quello della Letizia".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di matteol
    matteol

    Che schifo.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -