La Camera 'salva' Cosentino dall'utilizzo delle intercettazioni

La Camera 'salva' Cosentino dall'utilizzo delle intercettazioni

La Camera 'salva' Cosentino dall'utilizzo delle intercettazioni

Dalla Camera arriva il no all'utilizzo delle intercettazioni nelle inchieste che riguardano l'ex sottosegretario Nicola Cosentino, accusato di contiguità con ambienti camorristici. Il voto si è svolto a scrutinio segreto, come chiesto dal Pdl, che ha interpretato il risultato come un segnale di tenuta della coalizione di governo. Hanno votato a favore, cioè contro l'uso delle intercettazione, in 308; i voti contrari, quelli cioè favorevoli all'utilizzo delle intercettazioni, sono stati 285. I presenti in aula erano 593.

 

L'Italia dei Valori ha fatto notare come la quota 316, ovvero i voti che corrispondono alla maggioranza assoluta in Parlamento, non è comunque stata raggiunta. Il deputato Maurizio Paniz ha parlato espressamente di violazione della Costituzione da parte dei magistrati che indagano su Cosentino.

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -