La furia di Nargis si abbatte sulla Birmania: forse 10mila i morti

La furia di Nargis si abbatte sulla Birmania: forse 10mila i morti

Potrebbero essere 10mila le vittime in Birmania provocata dal passaggio del ciclone Nargis, che si è abbattuto lo scorso fine settimana sulla zona meridionale del Paese. A renderlo noto il ministro degli Esteri di Rangoon, secondo quanto riferito da diplomatici stranieri. Intanto un portavoce Onu a Bangkok ha riferito che le autorità militari birmane hanno accettato l'aiuto delle Nazioni Unite, che invieranno generi di prima necessità nel paese colpito dalla tempesta.

 

4MILA I MORTI ACCERTATI - Sono salite a 4mila le vittime del ciclone Nargis che ha colpito la ex Birmania. Stando a quanto riferito dalla televisione statale del Myanmar, il passaggio del ciclone "Nargis" sulla Birmania meridionale avrebbe provocato la morte di almeno 3.969 persone, alle quali ci sarebbero da aggiungere altre 2.879 persone disperse. Per le Nazioni Unite, invece, sono centinaia di migliaia i cittadini rimasti senza un tetto sotto cui vivere. Interi villaggi sono andati distrutti.

 

Il ciclone ‘Nargis' è stato catalogato come tempesta tropicale di categoria 3 e da sabato si è abbattuta sull'ex Birmania con folate di vento superiori a 190 chilometri orari. Danni ingenti ovunque, anche nella capitale Rangoon, una città da 5 milioni di abitanti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ci sono diverse centinaia di migliaia di persone che hanno bisogno di un rifugio e di acqua potabile, ma non sappiamo quante centinaia di migliaia", sono state le parole pronunciate da Richard Horsey, responsabile Onu per la protezione civile di Bangkok.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -