La giunta della Camera respinge l'arresto di Milanese

La giunta della Camera respinge l'arresto di Milanese

La giunta della Camera respinge l'arresto di Milanese

La giunta per le autorizzazioni della Camera dei deputati ha respinto la richiesta di arresto per Marco Milanese, il deputato del Pdl considerato il braccio destro del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, e finito in una bufera giudiziaria che ha toccato anche lo stesso ministro.

 

Il no all'arresto è passato per un solo voto, con il centrodestra compatto e la contrarietà del Pd, l'Udc, Fli e l'Idv. A questo punto sarà la stessa camera dei deputati a doversi esprimere, e avverrà giovedì 22 settembre. Qui la votazione appare più incerta.

 

Lo conferma il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini: "Su una scelta così delicata è giusto che i componenti del nostro gruppo si esprimano secondo coscienza. I primi due, che sono componenti anche della Giunta per le autorizzazioni, hanno detto che secondo coscienza voteranno a favore dell'arresto".

 

Il commento di Milanese è stato chiaro:  "Sono disposto ad accettare il processo anche subito, ma non l'arresto perché non ci sono i presupposti per la custodia cautelare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -