La moglie del Nobel per la pace ai domiciliari: "Non riesco a comunicare"

La moglie del Nobel per la pace ai domiciliari: "Non riesco a comunicare"

La moglie del Nobel per la pace ai domiciliari: "Non riesco a comunicare"

E' agli arresti domiciliari a Pechino e non può comunicare. La moglie del Nobel per la Pace 2010, Liu Xiaobao, ha lanciato una richiesta d'aiuto tramite Twitter: dall'8 ottobre è ai domiciliari, scrive Liu Xia, " Non so quando potrò vedere qualcuno. Il mio cellulare è fuori uso e non posso effettuare né ricevere chiamate". Nessun contatto con l'esterno. La donna è controllata continuamente dalle forze dell'ordine cinesi, che vagliano anche tutte le persone che entrano.

 

Liu Xia conferma di nuovo di avere fatto visita al marito in carcere e di avergli comunicato la vincita del Nobel. Poi un nuovo appello: " Per favore, aiutatemi tutti voi a comunicare tramite Twitter. Grazie". Sul cancello del centro residenziale dove vive la donna campeggia un cartello con scritto "nessuno dei residenti di questo centro accetta interviste".

 

L'informazione cinese non dà nessuna notizia e nemmeno tramite il web è possibile ottenere informazioni digitando le parole Nobel o Liuxiabo

 

 

 

 

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -