La Russa: "Contro di me razzismo culturale"

La Russa: "Contro di me razzismo culturale"

La Russa: "Contro di me razzismo culturale"

Riaffiora la Repubblica di Salò: ad aprire la polemica sul giudizio storico del regime fascista sono le parole di alcuni dei principali protagonisti della politica italiana, come il sindaco di Roma Gianni Alemanno, il ministro della Difesa, Ignazio La Russa, il presidente dei senatori del Pdl, Maurizio Gasparri, che cercano di riabilitare in qualche modo l'impegno di chi combattè a difesa del regime del Duce. Parole che stridono con le posizioni del capo dello stato Napolitano e con la storia.

 

Secondo La Russa, la polemica suscitata dalle sue polemiche è "una forma di razzismo culturale: siccome io sono di destra, ho una storia di destra, e certo non me ne vergogno, si presume che io non possa parlare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Russa contrattacca l'Italia dei Valori, che ha duramente condannato le parole di La Russa, confessando di pensare "che i miei avversari fossero più intelligenti" e rivelando: "le critiche dell'Idv mi fanno ridere, tutti sanno che Di Pietro da giovane votava Msi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -