Lanciò le scarpe contro Bush, condannato a tre anni

Lanciò le scarpe contro Bush, condannato a tre anni

Lanciò le scarpe contro Bush, condannato a tre anni

Tre anni di carcere per il coraggioso giornalista che osò lanciare le proprie scarpe contro l'ex presidente degli Stati Uniti, George W. Bush, durante una conferenza stampa ufficiale assieme al premier iracheno. E' la decisione presa dal tribunale di Baghdad a seguito dei fatti di cui il reporter si rese protagonista nell'ultima visita ufficiale dell'allora presidente in Iraq. Il giornalista della tv "al-Baghdadiya" si è proclamato innocente, ma a nulla è servito.

 

L'accusa nei suoi confronti è quella di vilipendio a un capo di stato straniero in visita nel paese arabo. Il fatto si verificò il 14 dicembre scorso, quando venne subito rinchiuso in carcere. Il giornalista ha rischiato comunque una condanna ben più pesante, che lo avrebbe costretto a rimanere dietro le sbarre per quasi 15 anni.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A fa scatenare la sua ira era stato, rivelò il giornalista durante la prima udienza, "il sorriso glaciale" di Bush, che lo aveva fatto pensare al "milione di martiri" rimasti uccisi nella guerra condotta dagli Stati Uniti in Iraq.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -