Legittimo impedimento, al via la battaglia alla Camera

Legittimo impedimento, al via la battaglia alla Camera

Legittimo impedimento, al via la battaglia alla Camera

Si preannuncia una vera e propria battaglia alla Camera dei deputati per la giornata di oggi. L'assise presieduta da Gianfranco Fini dovrà affrontare il tema del legittimo impedimento per le alte cariche dello stato, in altre parole il provvedimento che sospende i procedimenti giudiziari per i vertici dello Stato come il presidente Silvio Berlusconi. Tuttavia i tempi del dibattito sono contingentati ed è probabile che già mercoledì la Camera voterà l'ok al discusso provvedimento.

 

Il capogruppo del Pd, Dario Franceschini, ha ribadito il no del suo gruppo, mentre Pier Ferdinando Casini ha dato la disponibilità dell'Udc ad approvare la norma, a patto che riguardi solo il premier.

 

L'attuale testo estende le prerogative di sospensione dei procedimenti, per impegni istituzionali, anche ai ministri. Il relatore della proposta di legge, Enrico Costa (Pdl), ha respinto al mittente la richiesta dell'Udc. "Non possiamo apportare modifiche - ha spiegato Costa - ci sarebbe un problema di incostituzionalità: il consiglio dei ministri è un organo collegiale, l'ha detto anche la Consulta, non possiamo fare un trattamento diverso soltanto a un componente del Consiglio".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -