Legittimo impedimento, sì alla Camera

Legittimo impedimento, sì alla Camera

Legittimo impedimento, sì alla Camera

ROMA - L'Aula di Montecitorio ha approvato il legittimo impedimento. Il testo passa ora al Senato. Alla Camera erano presenti ben 595 deputati: 316 i voti a favore, mentre i no sono stati 239 e 40 gli astenuti. Il provvedimento stabilisce che il premier può ottenere il rinvio dell'udienza dei processi in cui è imputato, perché legittimamente impedito dalle sue attività di governo a comparire in tribunale. Ogni rinvio può estendersi fino a 6 mesi, per un totale di 18 mesi.

 

È sufficiente che la presidenza del Consiglio attesti l'esistenza di questo impedimento, perché il giudice rinvii il processo ad altra udienza. Queste norme sono estese anche ai ministri. Dura la presa di posizione del leader del Pd, Pier Luigi Bersani: "La gente capisce l'essenziale. Sono tutte cose complicate ma in comune hanno una cosa semplice: c'è di mezzo Berlusconi, un presidente del Consiglio che non vuole farsi giudicare, e tiene fermo, incagliato, su questo punto l'Italia".

 

"È ora che prendiate atto che grande parte del Paese che governate non è disposta a chiamare riforme delle norme che cambiano le regole in corso d'opera, a processi in corso - ha aggiunto il leader del Pd -. Norme che non hanno astrattezza, se non in modo ipocrita, e che ignorano il principio di uguaglianza". "Il presidente del Consiglio, a questo punto della sua quindicennale carriera politica - ha sottolineato Bersani -, potrebbe compiere un gesto di responsabilità, mettendo al primo posto l'Italia".

 

Duro anche Antonio Di Pietro: "Prenditi un sabato mattina per andare in tribunale, invece di andare a sciare o andare con la Noemi di turno", ha attaccato il leader dell'Idv. "Solo in un Paese barbaro e dittatoriale si può immaginare che un presidente del Consiglio si faccia fare una legge apposita per non farsi processare". "Questa legge in un Paese normale sarebbe stata votata in cinque minuti, serve a garantire che il Governo possa occuparsi, nello svolgimento del suo mandato, dei problemi del Paese", ha affermato il capogruppo della Lega Nord, Roberto Cota.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -