Libano, D'Alema preoccupato: ''La situazione è allarmante''

Libano, D'Alema preoccupato: ''La situazione è allarmante''

Damasco - ''L'empasse politica in Libano non può continuare, altrimenti è allarme rosso'': è il monito ripetuto dal ministro degli Esteri,Massimo D'Alema, durante l'incontro a Damasco con il presidente siriano Bashar El Assad, secondo quanto riferito dal portavoce della Farnesina, Pasquale Ferrara. Per D'Alema, ''dopo le azioni dei miliziani di Al Qaeda nei campi profughi palestinesi, la situazione è allarmante''. Dal canto suo, Assad ha sottolineato che anche Damasco e' interessata alla stabilità politica in Libano, Al Qaeda è un pericolo per tutti.

Il ministro degli Esteri Massimo D'Alema non nasconde la preoccupazione per le minacce ai militari italiani di Unifil che arrivano da gruppi qaedisti, tuttavia sottolinea che, essendo state da tempo previste, le misure di sicurezza per il nostro contingente sono adeguate.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Noi certamente siamo preoccupati per la presenza di gruppi fondamentalisti legati ad Al Qaeda -ha detto il titolare della Farnesina, in una conferenza stampa a Damasco con il collega siriano Walid Al Muallem- fin dall'inizio avevamo individuato in questo tipo di presenza il pericolo maggiore e il rischio di infiltrazioni nei campi palestinesi. Questo ha fatto sì che siano state predisposte per tempo le misure di sicurezza".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -