Libia, Bossi avverte Berlusconi: ''Può capitare di tutto''

Libia, Bossi avverte Berlusconi: ''Può capitare di tutto''

Libia, Bossi avverte Berlusconi: ''Può capitare di tutto''

ROMA - "Se Silvio non cambia posizione sulla Libia allora può capitare di tutto". E' la dura presa di posizione di Umberto Bossi circa la decisione di Palazzo Chigi di partecipare ai bombardamenti nell'ex colonia italiana. "Noi non facciamo passi indietro", ha evidenziato il leader del Carroccio. Bossi in comizio ha ribadito la sua contrarietà all'intervento in Libia: "Non va bene perché costa troppo. E poi se butti le bombe o i missili gli immigrati aumentano".

 

Secondo il Senatur, "finora abbiamo speso 15mila miliardi delle vecchie lire per cercare di fermare quelli che partono dalla Tunisia, una cifra ingentissima, spaventosa. Le immigrazioni clandestine costano in tutti i sensi. Non va mica bene le guerra". "Se andiamo là a bombardare alla fine toccherà mandare le truppe di terra se si vuole vincere - ha aggiunto il leader del Carroccio -. È meglio stare fuori dei pasticci".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il Senatur ha anche aperto un altro fronte con l'alleato. "A Milano - ha spiegato - corre Berlusconi, se perde perde Berlusconi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -