Libia, Bossi: ''I profughi? Li mandiamo in Germania''

Libia, Bossi: ''I profughi? Li mandiamo in Germania''

Libia, Bossi: ''I profughi? Li mandiamo in Germania''

ROMA - Una nuova ondata di immigrati potrebbe riversarsi in Italia in conseguenza della crisi in Libia. L'Onu ha lanciato un appello affinché non si respingano le persone in fuga dagli scontri. Immediata la risposta del leader della Lega, Umberto Bossi: "Intanto non sono arrivati e speriamo che non arrivino. Se arrivano li mandiamo in Francia e Germania...".E verso Tripoli, che posizione dovrebbe tenere il governo? "Aspettiamo ordini dall'Europa", ha risposto Bossi.

 

Il Pd, nel frattempo, ha sottolineato "la gravità del comportamento del governo e la drammatica inadeguatezza della iniziativa politica del presidente del Consiglio e del ministro degli Esteri di fronte alla sanguinaria risposta del colonnello Gheddafi nei confronti della richiesta di democrazia da parte del popolo libico". Sulla situazione in Libia è intervenuto anche il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, auspica pertanto l'immediata cessazione delle violenze.

 

L'inquilino del Colle ha invocato una rinnovata determinazione negli sforzi volti a restituire al popolo libico la speranza in un futuro migliore. Il capo dello Stato ha sottolineato "come alle legittime richieste di riforme e di maggiore democrazia che giungono dalla popolazione libica vada data una risposta nel quadro di un dialogo fra le differenti componenti della società civile libica e le autorità del Paese che miri a garantire il diritto di libera espressione della volontà popolare".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -