Libia, ccontroffensiva su Brega e Ajdabiya: 50 morti

Libia, ccontroffensiva su Brega e Ajdabiya: 50 morti

Libia, ccontroffensiva su Brega e Ajdabiya: 50 morti

TRIPOLI - E' di una cinquantina di morti e centinaia di feriti il bilancio degli scontri tra i ribelli e le brigate fedeli al colonnello Muammar Gheddafi nella città di al-Zawiya, Tripolitania. "Subito dopo la preghiera del venerdì - ha detto il testimone - i manifestanti sono scesi in strada contro il regime e le brigate fedeli a Gheddafi hanno aperto il fuoco contro di loro". Nello scontro è stato ucciso il capo delle milizie dei rivoltosi, il colonnello Hussein Darbouk.

 

Venerdì le forze fedeli a Gheddafi hanno bombardato di nuovo il terminal petrolifero di Brega. Per impedire al rais e altri 15 membri del suo entourage, inclusi alcuni familiari, di lasciare la Libia - come previsto, tra l'altro, dalla risoluzione 1970 dell'Onu - l'Interpol ha diramato un ordine di 'allerta globale'.

 

L'obiettivo è segnalare alle forze dell'ordine dei 188 Stati membri "la pericolosità degli spostamenti dei 16 individui" e di "bloccare i loro beni" al fine di facilitare l'applicazione delle sanzioni dell'Onu e l'inchiesta aperta dalla Corte penale internazionale.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -