Libia, domenica di sangue: si combatte a Misurata

Libia, domenica di sangue: si combatte a Misurata

Libia, domenica di sangue: si combatte a Misurata

TRIPOLI - Ancora una domenica di sangue in Libia. I tank di Muammar Gheddafi hanno avviato un'offensiva sulla città di Misurata, controllata dai ribelli. Il bottino provvisorio è di un morto e otto feriti. I rivoltosi sarebbero riusciti a respingere le brigate Hamza che si starebbero ritirando dall'entrata occidentale della città, mentre si combatte ancora nella zona meridionale di Misurata. I rivoltosi libici hanno comunicato che controllano ancora il centro di Zawiya.

 

Nel frattempo il rais si è fatto sentire attraverso un'intervista rilasciata al settimanale francese "Le Journal du Dimanche": "Migliaia di persone provenienti dalla Libia invaderanno l'Europa, senza nessuno che sia in grado di fermarle", ha detto. "Se mi minacciano, se destabilizzano il Paese ci sarà il caos, avrete il problema dell'immigrazione", ha detto il rais.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -