Libia, Frattini: ''Non abbiamo vincoli verso Tripoli"

Libia, Frattini: ''Non abbiamo vincoli verso Tripoli"

Libia, Frattini: ''Non abbiamo vincoli verso Tripoli"

ROMA - La situazione in Libia è a un "punto di non ritorno" ed è "inevitabile" che Muammar Gheddafi se ne vada. E' quanto ha affermato il ministro degli Esteri, Franco Frattini. "Non avevamo mai visto situazioni in cui il capo di un regime dà ordine di uccidere i suoi stessi fratelli e le sue stesse sorelle, assoldando addirittura dei mercenari", ha aggiunto il titolare della Farnesina, che ha sottolineato: l'Italia non ha alcun vincolo con la Libia.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'Italia - ha affermato Frattini - non ha alcun vincolo che le impedirebbe di intraprendere "azioni" nei confronti della Libia derivante dal Trattato di amicizia tra Roma e Tripoli perchè "la sospensione di fatto del Trattato è già una realtà". Anche la cancelliera tedesca Angela Merkel ha auspicato che Gheddafi se ne vada. Quindi ha definito il voto al consiglio di sicurezza dell'Onu che ha approvato le sanzioni "un segnale forte".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -