Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

ROMA - Con la Lega si risolverà tutto. Né convinto Silvio Berlusconi, intenzionato a ricucire lo strappo con l'amico Umberto Bossi dopo la decisione del governo di partecipare ai bombardamenti in Libia. Il premier ha affermato che incontrerà presto il leader del Carroccio; quindi ha smorzato i toni della polemica: "ci possono essere a volte delle posizioni diverse su un certo problema, ma questo non significa che si possa inficiare quello che è l'accordo generale".

 

Berlusconi ha poi garantito che l'impegno dell'esecutivo andrà avanti: "Non è nemmeno da mettere in discussione".  In merito all'ipotesi di un voto parlamentare, il presidente del Consiglio non è andato oltre un "vedremo". Poi ha esternato tutta la sua sicurezza: "Non ci fa paura assolutamente". "Non sono affatto preoccupato per quanto riguarda i lavori di coalizione e di governo", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -