Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

Libia, frattura con la Lega. Berlusconi: ''Il voto non fa paura''

ROMA - Con la Lega si risolverà tutto. Né convinto Silvio Berlusconi, intenzionato a ricucire lo strappo con l'amico Umberto Bossi dopo la decisione del governo di partecipare ai bombardamenti in Libia. Il premier ha affermato che incontrerà presto il leader del Carroccio; quindi ha smorzato i toni della polemica: "ci possono essere a volte delle posizioni diverse su un certo problema, ma questo non significa che si possa inficiare quello che è l'accordo generale".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Berlusconi ha poi garantito che l'impegno dell'esecutivo andrà avanti: "Non è nemmeno da mettere in discussione".  In merito all'ipotesi di un voto parlamentare, il presidente del Consiglio non è andato oltre un "vedremo". Poi ha esternato tutta la sua sicurezza: "Non ci fa paura assolutamente". "Non sono affatto preoccupato per quanto riguarda i lavori di coalizione e di governo", ha concluso.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -