Libia, la Nato: "Il regime ha minato Misurata"

Libia, la Nato: "Il regime ha minato Misurata"

Libia, la Nato: "Il regime ha minato Misurata"

ROMA - La Nato continuerà le azioni in Libia fino al compimento del suo mandato poiché il regime di Muammar Gheddafi "rappresenta ancora una minaccia per il suo popolo" nonostante sia stato indebolito dalla campagna militari iniziata due mesi fa. Lo ha detto Oana Lungescu, portavoce dell'Alleanza, sottolineando che sarà mantenuta una certa pressione militare "per creare le condizioni di una soluzione politica, perché siamo convinti che in Libia la soluzione non è solo militare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il generale Charles Bouchard, comandante dell'operazione Nato Unified Protector, ha fatto il punto della situazione in Libia, specificando che sui tempi della fine della missione "tutti vogliamo finisca il prima possibile", ma ciò dipende "in ultima analisi" dalla decisione del regime di mettere fine agli attacchi e alle violenze contro i civili. Il comandante ha accusato le forze fedeli a Gheddafi di aver minato l'area intorno alla città di Misurata, contravvenendo a tutte le leggi internazionali.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -