Libia, raid della Nato: ucciso Saif al-Arab, figlio di Gheddafi

Libia, raid della Nato: ucciso Saif al-Arab, figlio di Gheddafi

Libia, raid della Nato: ucciso Saif al-Arab, figlio di Gheddafi

ROMA - Saif al-Arab, uno dei figli di Muammar Gheddafi, è rimasto ucciso sabato notte in un raid della Nato. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la vittima si trovava nella sua abitazione di Tripoli. Nell'attacco sono morti anche tre nipoti del colonnello libico, tutti minorenni. Secondo quanto riferito il governo locale, nell'abitazione era presente anche il rais. La Nato ha riferito che c'è stato un attacco e che l'obiettivo era una struttura militare.

 

Il portavoce del governo libico Moussa Ibrahim non ha però voluto rivelare l'identità dei nipoti del rais, riferendo di voler garantire la privacy della famiglia. "Saif al-Arab stava giocando e parlando con suo padre, la madre, i suoi nipoti e altri amici quando è stato attaccato per non aver commesso alcun crimine", ha aggiunto Ibrahim. Appresa la notizia, a Misuratai ribelli sono scesi in strada in festa suonando clacson e cantando. Scene simili anche a Bengasi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -