Libia sull'orlo della guerra civile, il figlio di Gheddafi: "scorreranno fiumi di sangue"

Libia sull'orlo della guerra civile, il figlio di Gheddafi: "scorreranno fiumi di sangue"

Libia sull'orlo della guerra civile, il figlio di Gheddafi: "scorreranno fiumi di sangue"

Libia sull'orlo della guerra civile. I disordini di queste ore stanno facendo vacillare il regime tenuto dal colonnello Muammar Gheddafi, che in questo momento si troverebbe in Venezuela secondo alcuni fonti giornalistiche libiche; il figlio, Saif al Islam, ha invece fatto sapere che il padre si troverebbe a Tripoli per "guidare la lotta" e difendere il regime instaurato quasi 42 anni fa. Il figlio ha usato parole durissime nei confronti dei manifestanti, minacciando di usare la forza.

 

Minacce, per la verità, che hanno già avuto una loro realizzazione con la repressione nel sangue delle manifestazioni di piazza che si sono svolte sabato e domenica, provocando (pare) almeno 300 morti e centinaia di feriti a Bengasi.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il figlio di Gheddafi è stato molto perentorio: "Se non arriviamo oggi a un accordo sulle riforme, non piangeremo solo 84 morti, ma migliaia e in tutta la Libia scorreranno fiumi di sangue", ha detto. Successivamente ha annunciato che il parlamento libico si riunirà per varare una serie di riforme che riguarderebbero  un nuovo codice penale, nuove leggi e modifiche alla Costituzione per garantire una maggior libertà nel paese. Provvedimenti che potrebbero arrivare fuori tempo massimo. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -