Libia: ''Gaza come i lager nazisti''. Italia ferma dibattito all'Onu

Libia: ''Gaza come i lager nazisti''. Italia ferma dibattito all'Onu

La riunione del Consiglio di sicurezza dell’Onu, in corso a New York, è stata fermata in segno di protesta dall’ambasciatore italiano Marcello Spatafora dopo che il rappresentante della Libia ha paragonato mercoledì sera i campi profughi palestinesi di Gaza ai campi di concentramento nazisti Gli Stati Uniti hanno accusato la Libia di aver assunto una posizione "moralmente oltraggiosa". "Ce ne siamo andati", ha detto il vice ambasciatore americano all'Onu Alejandro Wolff.

"Possiamo trattarne globalmente, onestamente e in modo costruttivo, oppure in maniera tendenziosa, ed è quel che è accaduto - ha dichiarato Wolff - il delegato libico è stato tendenzioso, di parte, storicamente scorretto e moralmente oltraggioso".


La Libia, tuttavia, non ha fatto marcia indietro. Il vice ambasciatore Ibrahim Dabbashi ha ribadito che la situazione nella Striscia di Gaza è paragonabile a quella dei campi di concentramento della Germania nazista e che forse è addirittura peggiore perché la zona è oggetto di quotidiani bombardamenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -