Maggioranze variabili, no di Casini: ''Barzellette''

Maggioranze variabili, no di Casini: ''Barzellette''

ROMA – “Una barzelletta”. Così Pierferdinando Casini, leader dell’Udc, definisce l’ipotesi di far ricorso a “maggioranze variabili” come auspicato dal ministro Giuliano Amato in una intervista al Corriere della Sera. “Se il bipolarismo, cui molti di noi si sono affezionati – attacca Casini -, produce queste barzellette, non possiamo lamentarci se la gente è sempre più distaccata dalla politica”.


Casini ritiene che si tratti di una proposta che non sarebbe accettabile “nemmeno nel Paese più giovane del mondo, quello in cui si fanno ancora esperimenti con la democrazia”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il leader Udc, che ha parlato alla Camera durante il dibattito per il rifinanziamento della missione italiana in Afghanistan, ha attaccato il ministro Amato senza tanti giri di parole. “Certi alchimisti pronti a cambiare tesi a seconda delle convenienze da un giorno all'altro – ha detto -, abbiano lo scrupolo di occuparsi dei loro impegni istituzionali. E per quanto riguarda il ministro Amato, essi sono già gravosi”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -