Malta, il Papa incontra otto vittime di abusi

Malta, il Papa incontra otto vittime di abusi

Malta, il Papa incontra otto vittime di abusi

MALTA - Benedetto XVI ha incontrato domenica a porte chiuse otto vittime maltesi di preti pedofili. L'incontro è avvenuto nella nunziatura apostolica di Rabat. "Ho visto il Papa piangere di emozione e mi sono sentito liberato da un grande peso", ha detto una delle vittime. Il Papa, ha spiegato il Vaticano, "era profondamente commosso dalle loro storie ed ha espresso la sua vergogna e il suo dolore per quello che le vittime e le loro famiglie hanno sofferto".

 

Il Pontefice "ha pregato con loro ed ha garantito loro che la Chiesa sta facendo e continuerà a fare tutto quello che è in suo potere per indagare le accuse, assicurare alla giustizia coloro che sono responsabili degli abusi e applicare effettivamente le misure tese a salvaguardare i giovani in futuro". L'incontro con le vittime di preti pedofili ha seguito la messa celebrata dal Papa a Floriana.

 

Prima di ripartire da La Valletta Benedetto XVI si è imbarcato su un catamarano alla banchina del porto di Kalkara per raggiungere via mare il porto grande della capitale maltese. Parlando ai giovani, il Papa ha espresso un duro monito contro i media.

 

"Idee e valori che sono talvolta in contrasto con quelle vissute e predicate da nostro Signore Gesù Cristo spesso sono presentati con un grande potere persuasivo, rinforzato dai media e dalla pressione sociale, da gruppi ostili alla fede cristiana", ha rilevato Benedetto XVI.

 

Ai giovani il Papa ha chiesto di non essere "impressionabili" e cioè di non lasciarsi influenzare da nessuno "ad accettare idee e valori che sappiamo non sono ciò che il Signore davvero vuole da noi".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -