Manifestazione a Belgrado, assaltata ambasciata americana

Manifestazione a Belgrado, assaltata ambasciata americana

Un'imponente folla di 200mila persone si è riunita giovedì davanti al parlamento di Belgrado per la manifestazione di protesta indetta contro l'indipendenza del Kosovo. Il primo ministro Vojislav Kostunica è salito sul palco dove ha scandito con emozione: “Il Kosovo appartiene al popolo serbo. E' sempre stato così e così sarà. Nessuna forza, nessuna minaccia o promessa potrà cambiare le cose”. Successivamente 200 persone hanno assaltato l’ambasciata americana.

In occasione della manifestazione di protesta contro la proclamazione unilaterale di indipendenza del Kosovo si sono verificati diversi incidenti. Giovani manifestanti hanno preso di mira le sedi diplomatiche di Stati Uniti e Croazia appiccando il fuoco alla facciata dell'ambasciata americana e le bandiere dei due stati sono state date alle fiamme e sostituite con bandiere serbe.

FERITI IN BOSNIA - Due agenti di polizia serbobosniaci e diversi studenti sono rimasti leggermente feriti oggi a Banja Luka, nella Republika Srpska, l'entità serba della Bosnia Erzegovina, durante una manifestazione di protesta per la proclamazione di indipendenza del Kosovo degenerata in scontri violenti. Unità delle forze di polizia serbobosniaca sono intervenute con i gas lacrimogeni per impedire ai circa tremila studenti che dimostravano di assaltare i consolati americano, francese e tedesco.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Foto di repertorio

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -