Manovra, Errani a Berlusconi: "Pronti a collaborare, ma cambiamola"

Manovra, Errani a Berlusconi: "Pronti a collaborare, ma cambiamola"

Manovra, Errani a Berlusconi: "Pronti a collaborare, ma cambiamola"

Appello del presidente della Conferenza Stato Regioni e presidente dell'Emilia-Romagna, Vasco Errani, al premier Berlusconi. Errani dice no ad una rottura e si rende disponibile a collaborare: "le Regioni non rinunceranno a lavorare e a confrontarsi con il governo anche nei prossimi giorni, per cambiare la manovra e renderla più equa ed equilibrata". Tuttavia resta il fatto che questa manovra "non è sostenibile".

 

Per Errani è bene ricordare che "ciò che è in discussione è la possibilità di sostenere i servizi per i cittadini e le imprese e a questo non possiamo e non vogliamo venir meno -ha detto -. Confermando quindi la piena collaborazione istituzionale delle Regioni, lanciamo ancora un appello al premier e al governo perchè si ascoltino le nostre buone ragioni e si evitino conflitti istituzionali".

 

Differente la posizione di Renata Polverini, presidente della Regione Lazio. ", "Bisogna aprire una riflessione sia sul doppio binario che si è venuto a creare tra Regioni da una parte e Comuni e Province dall'altra, sia sul tema della restituzione delle deleghe - sostiene - Non credo che le Regioni vogliano e possano spogliarsi del proprio ruolo. La questione, semmai, è fare in modo che possano continuare ad esercitare al meglio le loro funzioni".  

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -