Marino (Pd) a Bologna: "Merito e democrazia sono centrali"

Marino (Pd) a Bologna: "Merito e democrazia sono centrali"

  "Tutto discende da qui, dal merito, perché è attraverso di esso che si costruisce la democrazia". Così Ignazio Marino, senatore PD, nel suo discorso alla edizione bolognese di 'Prossima fermata, Italia' promossa oggi dai rottamatori. A ognuno degli ospiti, secondo le regole spiegate da Pippo Civati, è stato concesso un intervento di cinque minuti, partendo da una parola chiave.


"Non c'è democrazia - ha scandito Marino - in un Paese in cui si conosce il nome e cognome di chi occuperà un posto da professore o ricercatore all'università, prima ancora che sia bandito il concorso. Non c'è democrazia in uno Stato in cui la scuola pubblica non è in grado di assicurare a tutti lo stesso livello di qualità dell'istruzione. Non c'è democrazia dove si costringono le persone a prendere un treno e a cambiare Paese per fare il lavoro per cui hanno studiato. Non c'è infine democrazia quando la sanità pubblica viene gestita da primari e direttori sanitari che hanno guadagnato il loro posto attraverso una tessera di partito. Mettiamo al centro le persone e le loro capacità e avremo la democrazia".     

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -