Marrazzo autosospeso, Gasparri: ''Ricorreremo a vie legali''

Marrazzo autosospeso, Gasparri: ''Ricorreremo a vie legali''

Marrazzo autosospeso, Gasparri: ''Ricorreremo a vie legali''

ROMA - L'autosospensione da governatore della Regione Lazio di Piero Marrazzo "non è legittima". Lo affermato il capogruppo al Senato del Pdl, Maurizio Gasparri, dopo una riunione con i parlamentari del Pdl, aggiungendo di esser "pronti ad azioni legali". Il caso Marrazzo ha scosso il Pd nel giorno delle primarie. "Una vicenda sconcertante", ha detto Massimo D'Alema, per il quale l'autosospensione è una prova "di responsabilità" e di "rispetto delle istituzioni".

 

Secondo il presidente della Commissione affari costituzionali e statutari del Consiglio regionale del Lazio, "la procedura di impedimento temporaneo delle funzioni da parte del presidente della Regione è prevista dal nostro Statuto all'articolo 45 comma 2", e porterà a istruire il percorso delle dimissioni. "Nel caso di impedimento temporaneo - ha precisato - come già accaduto in altre circostanze, il vicepresidente sostituisce il presidente". Il sindaco di Roma, Gianni Alemanno, ha invocato le elezioni.

 

Nel frattempo l'avvocato del Governatore, Luca Petrucci, ha negato l'esistenza di un secondo video: "Tutto ciò che è accaduto, Piero Marrazzo, ormai privato cittadino e non uomo pubblico, lo ha raccontato alla magistratura e lo ha detto all'opinione pubblica". "La verità è stata consegnata alla magistratura e ogni altra ricostruzione verrà perseguita legalmente", ha aggiunto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -