Mastrogiacomo, in un video le condizioni per la liberazione

Mastrogiacomo, in un video le condizioni per la liberazione

KABUL – Sono state diffuse in un video le condizioni poste dai talebani per la liberazione di Daniele Mastrogiacomo, il giornalista di ‘Repubblica’ del quale si sono perse le tracce da domenica. Il ritiro delle truppe italiane dall’Afghanistan e la fine dei bombardamenti della Nato nella provincia meridionale di Helmand, sono le condizioni poste dai rapitori.


I rapitori avrebbero chiesto anche la scarcerazione dei due portavoce degli 'studenti di teologia', Mohammad Hanif e Abdul Latif Hakimi, arrestati di recente in Afghanistan e in Pakistan, già citati nel messaggio audio recapitato due giorni fa alla France Presse, attribuito a Dadullah.


Mastrogiacomo libero ''se dimostra di non essere una spia''
Daniele Mastrogiacomo verrà liberato “se dimostrerà di non essere una spia”. Sono le parole dei sequestratori del giornalista di “Repubblica”, finito nelle mani dei taliban da domenica scorsa. Il portavoce dei taliban Mullah Hayat Khan ha affermato che i guerriglieri stanno ancora interrogando Mastrogiacomo e che egli potrà essere liberato se si dimostrerà innocente.


C'é una buona possibilità che il giornalista Daniele sia venuto solo a fare reportage e che possa non essere implicato in spionaggio", ha detto Khan all’agenzia Reuters conversando attraverso un telefono cellulare da una località ignota.


Intanto il ministero degli Esteri italiano ha fatto sapere che non aprirà alcun tipo di negoziato fino a quando non ci saranno prove certe che Daniele Mastrogiacomo e ancora vivo e riscontri chiari sull'affidabilità degli interlocutori. Tuttavia dal Pakistan arriva buone notizie: secondo il giornalista Rahimullah Yousefzai, del quotidiano indipendente di Peshawar 'The News', Mastrogiacomo ''sta bene, non gli hanno fatto del male''.


Il ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, da Bruxelles ha ribadito che ''si sta lavorando, si sta cercando di tenere aperti tutti i canali di comunicazione, ma in questo momento non ci sono notizie che possano essere seriamente divulgate''.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ieri (giovedì) a Roma è stata una giornata di mobilitazione per richiedere la liberazione del reporter italiano. Centinaia di persone, tra cui molti giornalisti, si sono radunati nella piazza del Campidoglio (dove campeggia un’enorme fotografia di Mastrogiacomo) per rispondere all’appello lanciato dal sindaco della capitale Walter Veltroni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -