Medici e clandestini, Ferrero (Prc): "Provvedimento neo-nazista"

Medici e clandestini, Ferrero (Prc): "Provvedimento neo-nazista"

Medici e clandestini, Ferrero (Prc): "Provvedimento neo-nazista"

E' stato approvato dal Senato l'emendamento presentato dalla Lega Nord al ddl "Sicurezza" che elimina il divieto di denuncia da parte dei medici degli immigrati clandestiniche vengono assistiti dal servizio sanitario nazionale e dà loro la facoltà di effettuare la denuncia stessa.

 

La maggioranza ha votato a favore, con 156 voti, l'opposizione ha votato contro con 132 voti, un astenuto.

 

Durissimo il commento di Paolo Ferrero, segretario di Rifondazione Comunista: "Il provvedimento approvato dal Senato e fortemente voluto dalla Lega Nord, che permette ai medici di denunciare all'autorità giudiziaria gli immigrati clandestini e' veramente un provvedimento razzista, di chiaro stampo neo-nazista e, soprattutto, un provvedimento dannoso e stupido".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Si tratta di una norma - prosegue Ferrero - che da un lato considera i clandestini come delle non-persone prive di diritti, anche quelli più elementari, e che dall'altro è stupido perché le malattie, a partire dalle epidemie, non s'interessano degli obiettivi razzisti e persecutori della Lega e non conoscono frontiere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -