Medio Oriente, Netanyahau apre sulle colonie. Gelo palestinese

Medio Oriente, Netanyahau apre sulle colonie. Gelo palestinese

Medio Oriente, Netanyahau apre sulle colonie. Gelo palestinese

Il primo ministro israeliano, Benyamin Netanyahu, si è detto disposto a considerare una temporanea moratoria degli insediamenti se i palestinesi compiranno un gesto che provi la loro volontà di pace, come il riconoscimento di Israele come patria degli ebrei. Gelida la reazione palestinese. "Questo ordine non ha niente a che fare con il processo di pace o con gli obblighi non rispettati da Israele", ha detto il capo negoziatore palestinese Saeb Erakat.

In un discorso di apertura della sessione invernale della Knesset, Netanyahu ha affermato che è necessario da parte della dirigenza politica palestinese un gesto che convinca gli israeliani della serietà della sua volontà di pace. Durante il suo intervento, il premier ha affermato che da parte degli Usa sono state avanzate diverse proposte per permettere la ripresa dei negoziati di pace diretti israelo-palestinesi, sospesi da quando il 26 settembre scorso è scaduta la precedente moratoria degli insediamenti.

 

"Io mi sono impegnato a cercare di portare avanti i colloqui di pace", ha affermato Netanyahu, ricordando le azioni del suo governo per riportare i palestinesi al tavolo delle trattative, come lo scioglimento di molti nodi allo sviluppo dell' economia palestinese e la revoca di centinaia di posti di blocco dell' esercito in Cisgiordania e infine i dieci mesi di moratoria degli insediamenti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -