Medio Oriente, riparte il processo di pace israelo-palestinese

Medio Oriente, riparte il processo di pace israelo-palestinese

Medio Oriente, riparte il processo di pace israelo-palestinese

WASHINGTON - Riparte da Sharm el-Sheikh, in Egitto, il processo di pace israelo-palestinese. Gli Stati Uniti sono ottimisti sulla seconda tornata di colloqui e sperano, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato Philip Crowley, di "superare gli ostacoli nel giro di due settimane". Le prossime settimane saranno "decisive". "Abbiamo alcune sfide immediate da superare che richiedono a tutte le parti di lavorare in maniera costruttiva", ha aggiunto Crowley.

 

Ottimista il segretario di Stato Hillary Clinton: "La scelta è una sola - ha subito puntualizzato -. Nessun negoziato, nessuna sicurezza, nessuno stato". A Sharm el-Sheikh ci sarà anche l'inviato speciale americano per il Medio Oriente, George Mitchell, che illustrerà poi i contenuti del colloqui. Ma la vigilia è stata agitata dalle affermazioni di Benjamin Netanyahu, che ha sottolineato di non voler prorogare il congelamento degli insediamenti, che scadrà il 26 settembre, dopo dieci mesi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -