Michael Jackson, rinvio a giudizio per il medico Murray

Michael Jackson, rinvio a giudizio per il medico Murray

Michael Jackson, rinvio a giudizio per il medico Murray

LOS ANGELES - Conrad Murray, 57 anni, il medico di Michael Jackson, morto il 25 giugno del 2009 dopo aver assunto una dose letale del sedativo Propofol, sarà processato con l'accusa di omicidio colposo. E' quanto ha stabilito il giudice della Corte Superiore di Los Angeles, Michael Pastor. L'udienza si aprirò il 25 gennaio: il cardiologo rischia fino a quattro anni di carcere e l'interdizione dall'esercizio dell'attività medica.

L'imputato ha sempre respinto qualsiasi responsabilità, sostenendo che stava curando il re del pop per i problemi di insonnia e che di fatto fu il cantante a suicidarsi, prendendo il Propofol mentre lui era in un'altra stanza. A Murray è stata anche sospesa la licenza per esercitare l'attività in California perché "le testimonianze hanno evidenziato che rappresenta un immediato pericolo per la sicurezza pubblica".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -