Michael Jackson, ''Murray è colpevole"

Michael Jackson, ''Murray è colpevole"

Conrad Murray, medico di Michael Jackson, è stato riconosciuto colpevole per la morte del re del pop, deceduto il 25 giugno 2009 per una iniziezione letale del potente anestetico Propofol. La giuria ha ritenuto quindi Murray colpevole per omicidio colposo. Ora il medico rischia una condanna fino a 4 anni di carcere. L'entità sarà stabilita dal tribunale il prossimo 29 novembre.

 

L'imputato riferì allora agli investigatori di aver sottoposto Michael Jackson aal Propofol per sei settimane, iniettandogli per endovena 50 grammi al giorno del farmaco. Per evitare che il cantante si assuefacesse alla sostanza, il medico aveva quindi abbassato la dose a 25 grammi, compensando la riduzione con l'aggiunta di altri due sedativi. Murray è colpevole di averlo lasciato solo e di aver dato l'allarme in ritardo per restare al telefono con la cameriera, con la quale amoreggiava.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -