Milano va al ballottaggio, il centrosinistra esulta. Berlusconi infuriato

Milano va al ballottaggio, il centrosinistra esulta. Berlusconi infuriato

Milano va al ballottaggio, il centrosinistra esulta. Berlusconi infuriato

MILANO - Non accadeva dal 1993. Milano va al ballottaggio. E il centrosinistra canta vittoria. Giuliano Pisapia si è ritrovato addirittura avanti di oltre sei punti su Letizia Moratti, un esito su cui fino alla vigilia erano davvero in pochi a scommettere. Il ballottaggio è apertissimo e c'è l'incognita su cosa faranno gli elettori leghisti, a cui la Moratti non è mai piaciuta moltissimo). Silvio Berlusconi, capolista nella sua città natale, è stato descritto come "infuriato".

 

Da Rosy Bindi una stoccata al Cavaliere: "Voleva un referendum e ha perso". "Ci aspettavamo un risultato diverso", ha ammesso Denis Verdini del Pdl. In tarda serata è arrivato l'appello di Letizia Moratti ai moderati: "è  segnale da cogliere" ed è necessaria una "nuova fase del centrodestra" in vista del ballottaggio. Il voto ha fortissime connotazioni nazionali e che potrebbe avere ricadute sul governo Berlusconi. Basti pensare anche alla vittoria del Pd a Bologna e Torino.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al primo turno sono stati eletti Virginio Merola e Piero Fassino. Napoli è l'unica, tra le sfide più attese, che vede un candidato del Pdl in testa. Giovanni Lettieri se la vedrà, tra 15 giorni, con Luigi De Magistris dell'Idv che ha superato l'ex prefetto Mario Morcone del Pd. Lontano il candidato del terzo polo Raimondo Pasquino.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -