Milleproroghe, passa la fiducia al Senato

Milleproroghe, passa la fiducia al Senato

Milleproroghe, passa la fiducia al Senato

ROMA - Il governo ha incassato al Senato la fiducia sul decreto milleproroghe. L'aula di Palazzo Madama ha approvato la fiducia con 158 sì, 136 no e 4 astenuti. A favore dell'esecutivo hanno votato Pdl e Lega, contro Pd, Idv, Udc e Mpa. Fli ha votato in ordine sparso, , nonostante l'indicazione a votare contro del capogruppo Pasquale Viespoli. Hanno votato contro, infatti, oltre a Viespoli anche Mario Baldassarri, Maurizio Saia e Giuseppe Valditara.

 

Si è astenuto Francesco Pontone. Non hanno partecipato al voto Giuseppe Menardi (che ha dichiarato in suo dissenso in Aula), Maria Ida Germontani, Egidio Digilio, Candido De Angelis e Barbara Contini. Tra le principali novità la tassa di 1 euro sui biglietti del cinema; lo stop della tagliola sui precari e la proroga sul pagamento delle quote latte.  Sono previsti poi il ripristino (anche se solo in parte) dei fondi per l'editoria e le Tv locali alla tassa sui terremoti e i rifiuti.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il mantenimento del blocco degli sfratti per le famiglie disagiate e la possibilità per Poste italiane di acquistare quote della futura Banca del Sud. Il termine per la conversione in legge del provvedimento scade il 27 febbraio. Intanto dal capigruppo di Montecitorio è arrivata la calendarizzazione del milleproroghe alla Camera: l'aula della Camera inizierà martedì 22 febbraio la discussione generale sul provvedimento.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -