Minacce terroristiche, Maroni: ''Non c'è un bel clima''

Minacce terroristiche, Maroni: ''Non c'è un bel clima''

Minacce terroristiche, Maroni: ''Non c'è un bel clima''

ROMA - "Non c'è un bel clima, sono segnali preoccupanti ma noi faremo di tutto per impedire che ritorni una stagione che tutti vogliamo appartenga ormai solo al passato". Così il ministro dell'Interno Roberto Maroni ha risposto a Maurizio Belpietro che a Mattino 5, gli ha chiesto un commento sulle recenti minacce terroristiche al premier Silvio Berlusconi, al presidente della Camera Gianfranco Fini e al ministro Umberto Bossi. "Sviluppi interessanti" sull'attentato a Milano.

 

"Stiamo seguendo con grande attenzione anche episodi avvenuti nel passato recente", ha detto Maroni. Le indagini stanno dimostrando "che c'era un vera e propria cellula intorno al terrorista che non era un lupo solitario come sbrigativamente si e' detto all'inizio", ha spiegato. "La cosa piu' preoccupante - ha aggiunto il ministro - è che questa persona era in Italia da 10 anni, era ben integrato, parla bene l'italiano, ha avuto rapporti economici".

 

"Se fosse oggi vigente la normativa che prevede la riduzione a 5 anni per avere la cittadinanza sarebbe probabilmente anche un cittadino italiano e questo richiama subito alla mente gli atti terroristici avvenuti in Inghilterra nel 2005, con terroristi nati e cresciuti in Inghilterra - ha aggiunto -. Questa è la prospettiva e per questo dobbiamo intensificare i controlli: lo stiamo facendo e dobbiamo garantire che chi viene in Italia, venga per lavorare e integrarsi bene, dobbiamo creare gli strumenti per un'integrazione vera non apparente".

 

Maroni ha poi ribadito la posizione della Lega contraria alla proposta di inserire l'ora di religione islamica nelle scuole italiane. "L'ora di religione cattolica rappresenta un'entita', la Chiesa, che ha una sua gerarchia, dei valori ben chiari, ben definiti, che si possono trasmettere - ha esordito Maroni -. quello dell'Islam e' un mondo tutto diverso". "L'imam - ha aggiunto - interpreta il Corano liberamente, non c'è una serie di dogmi, non c'e' un messaggio chiaro da trasmettere".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -