Ministeri al Nord, stop di Cicchito: ''Restano a Roma''

Ministeri al Nord, stop di Cicchito: ''Restano a Roma''

Ministeri al Nord, stop di Cicchito: ''Restano a Roma''

ROMA - Fermo stop del Pdl all'ipotesi di  trasferire i ministeri al Nord. "I ministeri devono restare a Roma, così come previsto dalla Costituzione - ha evidenziato il capogruppo del Pdl alla Camera Fabrizio Cicchitto -. Al Nord si possono trasferire solo sedi distaccate di rappresentanza". Ma il partito di Silvio Berlusconi vede anche aspetti positivi dell'intervento del Senatur a Pontida. "E' un impulso, utile all'intera coalizione", ha affermato Daniela Santanchè.

 

"E' un discorso inequivocabile, un impulso e un calendario al governo, cosa che in questo momento è utile all'intera coalizione perché gli italiani ci chiedono l'attuazione del programma e dall'altra parte la volontà di continuare nell'alleanza politica - ha sottolineato il sottosegretario -. Qualsiasi altra interpretazione è strumentale. La Lega rimane con Berlusconi perché, come ha detto Bossi, alla sinistra questo paese non si può consegnare".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il vicecapogruppo dei senatori Pdl Gaetano Quagliarello, Bossi ha lanciato il messaggio "di coniugare le preoccupazioni della base con una forte volontà di continuare l'esperienza di governo". Raccolgo dall'intervento di Bossi una preoccupazione che a differenza del passato guarda all'Italia tutta", ha detto il ministro dell'Agricoltura Saverio Romano.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -