Missione in Afghanistan, gli alleati di Obama contrari all'invio di nuove truppe

Missione in Afghanistan, gli alleati di Obama contrari all'invio di nuove truppe

Missione in Afghanistan, gli alleati di Obama contrari all'invio di nuove truppe

NEW YORK - Occorreranno alcune settimane per definire la nuova strategia della Casa Bianca per la missione in Afghanistan. Lo ha riferito il portavoce presidenziale Robert Gibbs, precisando che un prossimo incontro tra il presidente Barack Obama e la sua squadra per la missione di pace in Afghanistan è in calendario il 7 ottobre. Il capo della Casa Bianca deve fare i conti con la maggioranza del partito democratico contraria ad un ampliamento dell'impegno militare.

 

A quel punto Obama potrebbe esser costretto a dover contare sul sostegno dell'opposizione repubblicana al Congresso se alla fine dovesse accogliere le richieste dei comandanti militari di inviare nuove truppe sul fronte. "Abbiamo bisogno di un esercito afghano più grande ed il più velocemente possibile, questa è la strategia vincente" ha dichiarato Carl Levin, presidente della commissione Forze Armate del Senato. "Prima di impegnare nuove forze credo che dobbiamo fare altre cose per cercare al meglio il successo" ha aggiunto.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -