Mladic all'Aja: ''Né colpevole, né innocente''

Mladic all'Aja: ''Né colpevole, né innocente''

Mladic all'Aja: ''Né colpevole, né innocente''

ROMA - Radko Mladic, l'ex comandante delle forze serbe in Bosnia, accusato di genocidio e crimini contro l'umanità, ed estradato martedì da Belgrado, dopo 16 anni di latitanza, si è presentato al Tribunale penale internazionale per la ex Jugoslavia dichiarandosi "nè colpevole, nè innocente", sottolineando di aver "difeso la mia gente e il mio paese". Davanti al giudice indossava un berretto in testa. "Sono un uomo molto malato", ha affermato ancora in diretta tv.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Mladic ha chiarito che vuole prima leggere le "terribili" imputazioni che gli sono rivolte. Il giudice Alphonse Orie ha fissato la prossima udienza per il 4 luglio, dandogli 30 giorni di tempo per iniziare a preparare la sua difesa.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -