Mladic, scontri a Belgrado: 180 arresti e 43 feriti

Mladic, scontri a Belgrado: 180 arresti e 43 feriti

Mladic, scontri a Belgrado: 180 arresti e 43 feriti

È di 180 arresti e 43 feriti il bilancio degli scoppiati domenica sera a Belgrado al termine di una manifestazione nella quale circa 15 mila ultranazionalisti hanno inneggiato a Ratko Mladic, l'ex comandante delle forze serbe in Bosnia, accusato di genocidio e crimini contro l'umanità. Degli arrestati 37 sono minor e 17 sono membri dell'organizzazione ultranazionista '1389', una delle formazioni più oltranziste in attività nelle strade, nelle piazze e negli stadi di Belgrado.

 

La portavoce del Tribunale Penale Internazionale dell'Aja, Nerma Jelacic, ha espresso "dubbi" che Ratko Mladic possa arrivare già lunedì nella città olandese. Il termine per la presentazione del ricorso contro la decisione dei giudici di Belgrado di estradare Mladic scadrà lunedì. Il legale di Mladic, Milos Saljic, ha detto che il suo assistito non sopravviverà fino all'inizio del processo a suo carico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -