Mohammed al-Fayed: ''Diana e Dodi furono uccisi''

Mohammed al-Fayed: ''Diana e Dodi furono uccisi''

LONDRA - Mohammed al-Fayed attacca la famiglia reale. Secondo il miliardario egiziano, padre di Dodi Al Fayed, il compagno della principessa Diana morto con lei nel 1997 in un drammatico e misterioso incidente stradale a Parigi, ha sostenuto davanti all’Alta Corte di Londra le accuse di omicidio, inveendo contro il principe Filippo di Edimburgo, definendolo un "nazista", un "razzista". “E’ ora di rispedirlo in Germania da dove è venuto” ha esclamato il magnate egiziano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al Fayed ha poi confessato che la Diana gli aveva annunciato di essere incinta e che il lunedì seguente, tre giorni dopo l'incidente, lei e Dodi avrebbero annunciato il loro fidanzamento. “Diana mi disse al telefono che era incinta - ha dichiarato il proprietario dei magazzini Harrods e dell'hotel Ritz di Parigi-. Sono l'unico a cui l'avevano detto. Mi hanno poi raccontato che erano fidanzati e che lo avrebbero annunciato il lunedì successivo. Lei ne avrebbe parlato con i figli una volta tornata da Parigi”. Il miliardario egiziano ha poi sostenuto che Diana gli aveva raccontato che il duca di Edimburgo e il principe Carlo avevano tentato di “sbarazzarsi di lei”.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -