Montezemolo: ''Tenuta dell'Italia a rischio''

Montezemolo: ''Tenuta dell'Italia a rischio''

Montezemolo: ''Tenuta dell'Italia a rischio''

La tenuta dell'Italia è a rischio. E' l'allarme lanciato da Luca Cordero di Montezemolo in occasione di una premiazione di Italia Futura. Il presidente dell'associazione ha sottolineato come ci sia "la concreta possibilità" che "l'equilibrio interno" del Paese e "la sua pace sociale" vengano messe in discussione "dal concatenarsi di effetti della crisi economica, della perdita di autorevolezza della politica e dal crescere di inquietudini radicali nel corpo più profondo del Paese".

 

"Se a ciò si aggiungesse una nuova e aspra stagione di conflitti tra Istituzioni e poteri dello Stato, come in queste ore si teme da più parti, l'effetto potrebbe essere catastrofico", ha evidenziato. Montezemolo ha evidenziato che "gli italiani vivono in queste giornate un profondo turbamento". "L'unica risposta è guardare avanti, oltre l'orizzonte di una situazione paese sempre più incomprensibile", ha aggiunto.

 

Per Montezemolo "è venuto il momento per tutti coloro che hanno un ruolo nelle diverse Istituzioni dello Stato di recuperare il senso della misura nei comportamenti, nelle dichiarazioni e nello svolgimento delle rispettive funzioni".

 

"I problemi del Paese non possono più attendere", ha aggiunto. Quindi un attacco indiretto al premier Silvio Berlusconi: "molti avevano sperato all'inizio di questa legislatura che vi fosse uno sforzo condiviso per una grande riforma dello Stato che trasformasse il Paese e lo rendesse competitivo. E' sotto gli occhi di tutti, come, dopo due anni, sono andate le cose".

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'Italia necessita di una serie di riforme, tra cui "un federalismo autentico fatto nell'interesse di tutto il Paese e non sull'onda dell'ultimatum di un partito". Montezemolo, che chiede un federalismo 'solidale', frutto di "un nuovo patto nazionale per ridurre la frattura tra Nord e Sud e per celebrare i 150 anni della nostra storia unitaria".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -