Moratoria sulle colonie, Israele: "Sì ad un compromesso concordato"

Moratoria sulle colonie, Israele: "Sì ad un compromesso concordato"

Moratoria sulle colonie, Israele: "Sì ad un compromesso concordato"

Un "compromesso concordato" sull'estensione della moratoria per la costruzione di nuovi insediamenti in Cisgiordania. Israele apre agli Stati Uniti. Lo ha riferito alla France Presse un alto responsabile dello Stato ebraico. L'appello di Barack Obama era stato sostenuto anche dal premier Silvio Berlusconi nell'incontro con il presidente egiziano Hosni Mubarak. Le fonti confermano che Netanyahu cerca un'intesa prima della fine della moratoria.

 

Obama aveva sollecitato la proroga della moratoria, nel suo intervento all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite. "Israele è pronto ad arrivare ad un compromesso accettato da tutte le parti sul congelamento degli insediamenti, che non potrà essere totale - ha riferito un funzionario che resta nell'anonimato - Il premier Benyamin Netanyahu è impegnato nello sforzo per arrivare ad una intesa prima della fine della moratoria, che scade il 26 settembre".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -