Moratti-Pisapia, violenta lite in tv: salta la stretta di mano

Moratti-Pisapia, violenta lite in tv: salta la stretta di mano

Giuliano Pisapia

MILANO - Aspro confronto televisivo fra Giuliano Pisapia e Letizia Moratti. Il candidato del centrosinistra ha ignorato la mano tesa del primo cittadino, davanti al sorpreso Emilio Carelli, direttore di Sky Tg 24. All'origine del gesto di Pisapia l'affermazione al vetriolo della Moratti, che ha ricordato che l'antagonista "è stato giudicato dalla Corte d'Assise responsabile di un furto di veicolo che sarebbe servito per il sequestro e il pestaggio di un giovane".

 

"E' stato giudicato responsabile e amnistiato e l'amnistia non è assoluzione", ha aggiunto. Pisapia ha risposto gridando "è una calunnia". "E' un falso di cui risponderà, è una cosa vergognosa", ha proseguito. Il direttore di Sky ha invitato di due candidati a una stretta di mano finale, ma non c'è stata. Pisapia ha escluso per il momento di querelare la Moratti per diffamazione: "Sulle azioni giudiziarie ci penseremo dopo questa lunga e bellissima campagna elettorale".

 

Il candidato del centrosinistra ha assicurato che metterà fin d'ora a disposizione di tutti la sentenza che lo ha assolto dalle accuse contestategli. "Letizia Moratti ha fatto dichiarazioni assolutamente false sul mio conto - ha continuato Pisapia -. Sono stato vittima di un errore giudiziario, riconosciuto da una sentenza che mi ha assolto per non aver commesso il fatto, quando ancora c'era addirittura la formula dell'insufficienza di prove".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -