Morte al G20, un video mette sotto accusa la polizia

Morte al G20, un video mette sotto accusa la polizia

Morte al G20, un video mette sotto accusa la polizia

C'è un video che mette sotto accusa la polizia che presidiava la sicurezza dello svolgimento del vertice del G20 a Londra. Secondo le immagini riprese da un turista americano e diffuse sul web, l'uomo deceduto per cause naturali (un infarto) sarebbe stato prima spinto violentemente a terra dagli uomini della polizia.

 

Nelle immagini del video, Ian Tomlinson (questo il nome della vittima) tenta di superare il cordone della polizia quando viene colpito da dietro con una manganellata e spinto violentemente al suolo.

 

Aiutato a rialzarsi dopo la caduta, l'uomo è stato colto dall'infarto dopo soli tre minuti dall'episodio, morendo di fatto sul colpo. La cosa che più ha sorpreso è che Tomlinson non stava prendendo parte alle proteste ma stava tornando a casa dopo il lavoro in un'edicola vicina.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Commissione Indipendente, che vigila sull'operato della polizia, ha deciso l'apertura di un'inchiesta al fine di chiarire se l'operato degli agenti possa avere concorso al decesso dell'uomo. 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -