Mumbai, liberi i sette italiani. Morti al centro ebraico

Mumbai, liberi i sette italiani. Morti al centro ebraico

Mumbai, liberi i sette italiani. Morti al centro ebraico

Sono stati liberati tutti liberati gli ostaggi che erano stati sequestrati a Mumbai durante il blitz terroristico di giovedì. Il bilancio delle vittime è salito a 130, centinaia i feriti. Tra i morti c'è anche l'italiano Antonio Di Lorenzo (nato a Roma ma residente a Livorno dal '72), rimasto ucciso dall'esplosione di una bomba. Era un uomo d'affari che si trovava di passaggio nella città indiana. Nel mirino del commando di attentatori sono finiti alberghi, stazioni e siti turistici.

 

L'hotel Oberoi/Trident è tornato sotto il controllo delle autorità dopo il blitz delle forze speciali indiane che venerdì mattina hanno neutralizzato i terroristi, uccidendone nove. Tutti gli ostaggi, 148, sono stati liberati. Tra loro anche i sette italiani che erano rimasti bloccati all'interno dell'edificio. Catturati due cittadini britannici originari del Pakistan.

 

Le forze speciali indiane sono intervenute anche al Centro ebraico di Mumbai. Nel blitz avrebbero perso la vita cinque ostaggi e tre terroristi. Difficoltà, invece, a stanare il terrorista che tiene sotto controllo l'hotel Taj Mahal. L'uomo avrebbe con sè alcuni ostaggi e questo induce i militari alla cautela. Ma secondo alcune fonti i terroristi presenti nell'albergo sarebbero almeno cinque o sei. La polizia ha trovato anche grandi quantità di esplosivo all'interno della struttura, sistemato in diverse zone dell'edificio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L' attacco terroristico che ha seminato sangue e paura è stato compiuto da 25 giovani terroristi, definitisi Mujaiddin del Deccan.I siti colpiti dagli attacchi terroristici simultanei nella città indiana sono stati almeno dieci. Gli attentatori hanno preso di mira i due alberghi più lussuosi della città e i locali frequentati dai turisti. Vi sono state anche sparatorie in altri luoghi frequentati dai turisti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -